la processionaria del pino e della quercia, altri sono efficaci contro le larve della piralide del bosso, la Cydia molesta del pesco, la tignoletta della vite Lobesia botrana e molti altri insetti parassiti di piante frutticole, orticole e ornamentali. Nell’applicazione del B.t bisogna aver cura di distribuire uniformemente i prodotti anche all’interno della vegetazione in modo che le larve degli insetti possano ingerirlo e subirne gli effetti. I trattamenti devono essere effettuati in giornate nuvolose, poiché la radiazione solare devitalizza le spore di Bacillus.

Un altro preparato biologico utilizzabile contro molte specie di insetti parassiti è il fungo entomopatogeno Beauveria bassiana. Venne scoperto da Agostino Bassi nel 1835 come causa del mal calcino che colpiva le larve del baco da seta (Bombix mori); oggi i prodotti a base di B. bassiana vengono usati contro tripidi, afidi, mosche bianche, acari. L’attività del fungo è particolarmente favorita da condizioni di elevata umidità ambientale. In commercio sono presenti prodotti contenenti virus che sono in grado di contrastare le larve della Cydia pomonella: si tratta del CpGV virus della granulosi della carpocapsa delle pomacee conosciuto in Italia dagli anni ’90 e in grado di contrastare efficacemente lo sviluppo delle larve carpofaghe che danneggiano i frutti delle pomacee. Nelle colture protette, caratterizzate da una sufficiente umidità ambientale, è oggi possibile utilizzare prodotti a base dei funghi Paecylopmyces fumosoroseus o Verticillium lecanii, attivi contro le forme giovanili di mosche bianche e con spettro collaterale su tripidi e afidi. Le spore del fungo germinano sulla cuticola degli insetti, ne invadono il corpo e si moltiplicano a spese dell’emolinfa fino a determinarne la morte.

Nel corso degli ultimi anni sono stati migliorati e messi in commercio prodotti a base di Metarhizium anisopilae che trova impiego per contrastare larve terricole come quelle dei maggiolini o dell’oziorrinco che vengono parassitizzate e uccise anche da una sostanza tossica (dextrusina) prodotta dal fungo. La lotta microbiologica ai parassiti e alle malattie rappresenta un utile mezzo per la difesa delle piante, accettato in agricoltura biologica e integrata. L’intero settore ha avuto grande impulso negli ultimi anni con l’entrata in vigore del Pan, “Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari”, che ha tra i principali obbiettivi quello di ridurre e razionalizzare i mezzi di difesa convenzionali di tipo chimico, favorendo lo sviluppo di tecniche e di mezzi alternativi non dannosi per l’ambiente e non tossici per l’uomo, gli animali e per l’entomofauna utile.

Al tuo fianco con:

Foto: ingrandimento di Colonia di metarhizium

Fondazione Minoprio

La Fondazione Minoprio è essenzialmente un Centro di Formazione e un Centro di Servizi per il Lavoro che gestisce un parco storico, agricolo e naturalistico, a 25 km da Milano e 10 da Como, di proprietà della Regione Lombardia.