Occorrente:

  •  1 chilo di ortiche fresche
  • 10 litri di acqua (si consiglia di usare l’acqua piovana)
  • contenitori di legno o plastica (non metallici)
  • retina, per coprire il recipiente

Preparazione

  1. Raccogliete le ortiche a partire dalla primavera.
  2. Sminuzzate le ortiche e disponetele nel contenitore.
  3. Versate l’acqua tiepida sopra le ortiche evitando di riempire completamente il contenitore, in quanto durante il processo di fermentazione si svilupperà della schiuma.
  4. Tenete il contenitore aperto durante la fermentazione e copritelo soltanto con una retina per evitare che entri della sporcizia.
  5. Mischiate il macerato una volta al giorno per attivare il processo di decomposizione.
  6. Il macerato svilupperà odori sgraditi, quindi è importante tenere il contenitore all’aperto e all’ombra.
  7. Il macerato è pronto quando non produce più schiuma ed ha preso un colore marrone (dopo circa 5-7 giorni).
  8. Filtrate il macerato usando un tessuto che farà passare solo l’infuso.
  9. Infine, conservatelo a coperchio chiuso.
  10. Prima dell’uso il macerato dovrà essere diluito con acqua con rapporto 1:10; quando è molto fresco, dovrà essere diluito ancora di più.
  11. L’applicazione dovrà essere effettuata la mattina oppure la sera, per evitare bruciature alle foglie.

L’impiego è sconsigliato in fase di maturazione dei frutti destinati alla conservazione, come mele e pere.

Il macerato d’ortica non solo difende le piante da frutto da malattie e insetti, ma è anche un ottimo fertilizzante!