Dopo tali operazioni sarà necessario gestire i germogliamenti che tali potature stimoleranno. In particolare in base al punto di germogliamento è necessario individuare i rami più interessanti e allevarli come future branche secondarie. Nel giro di tre anni la pianta avrà già ristabilito il proprio equilibrio vegetativo/produttivo.

L’olivo, come tutte le piante da frutto, deve essere potato utilizzando attrezzi adeguati; tagli imperfetti ritardano la cicatrizzazione del legno con conseguente attacco parassitario.

Per tagli inferiori a 20 mm di diametro si possono utilizzare delle buone forbici da potatura a taglio passante per il legno verde e a taglio battente per il legno secco. L’utilizzo di forbici di bassa qualità comporta alcuni problemi.

Il primo, a lungo termine, è legato all’ergonomia quindi ai danni provocati alle terminazioni nervose; l’esempio più comune è la cosiddetta sindrome del tunnel carpale, che è una patologia del sistema nervoso, a carico delle strutture del polso.

Il secondo problema è legato alla qualità del taglio che, se impreciso, causa sfilacciamenti ai tessuti della pianta.

Quando potiamo le branchette fruttifere si utilizzano i troncarami che possono tagliare il legno fino a 40 mm di diametro; con questi strumenti, sia a taglio battente che passante, se hanno i bracci telescopici lunghi 60/90 cm, è possibile intervenire da terra su chiome che superano i 3 m di altezza. Per diametri maggiori delle branche è necessario utilizzare i segacci da potatura che, con i loro denti appositamente studiati, permettono taglio netto e preciso. Quando le chiome sono molto alte, per evitare l’uso della scala, si può operare da terra utilizzando le forbici ad asta lunga allungabili fino a 4 metri, per tagliare le branche con diametro fino a 35 mm.

Per le branche di diametro maggiore si possono utilizzare degli attrezzi con aste telescopiche portanti alla loro estremità degli svettatoi, delle lame battenti o passanti oppure dei seghetti di potatura.

Dopo avere eseguito a riposo vegetativo tagli di grosse dimensioni, si consiglia di provvedere a un trattamento con rame ed eventualmente coprire con mastici da innesto i tagli sul tronco.

Al tuo fianco con:

foto: potatura sicura da terra

Fondazione Minoprio

La Fondazione Minoprio è essenzialmente un Centro di Formazione e un Centro di Servizi per il Lavoro che gestisce un parco storico, agricolo e naturalistico, a 25 km da Milano e 10 da Como, di proprietà della Regione Lombardia.